Richiesta di esenzione dalla vaccinazione antisarsCov2 o di differimento per accertamenti diagnostici. – Obbligo di vaccinazione ex DL 44/2021, modificato dal DL 172/2021

Spett.le A.S.P. di ______

Servizio Vaccinazione antisarsCov2 

Via p.e.c. ______

 

Al Medico di Medicina Generale

Dott. …

Via p.e.c. ___________

 OGGETTO: Richiesta di esenzione dalla vaccinazione antisarsCov2 o di differimento per accertamenti diagnostici. – Obbligo di vaccinazione ex DL 44/2021, modificato dal DL 172/2021

 Il/La sottoscritto/a __________________, nato/a a _____________ il ________________, Cf:___________________, residente a_______________, in Via _______________ è destinatario /a dell’obbligo di vaccinazione antisarsCov 2, ex DL 44/2021, così come modificato dal DL 172/202, ma non si è ancora sottoposto/a alla profilassi in quanto affetto da patologie che potrebbero alterare a sfavore il rapporto rischio/beneficio e comportare il pericolo di gravi reazioni avverse, o interferire sulla capacità del vaccino di indurre un’adeguata risposta immunitaria.

Infatti, il/la sottoscritto/a soffre di patologie o condizioni cliniche temporanee, che secondo quanto disposto dalla Circolare del Ministero della Salute del 4 agosto 2021, n. 35309 costituiscono una CONTROINDICAZIONE/PRECAUZIONE, e che richiedono un adeguato approfondimento del caso ed un’accurata valutazione del rapporto rischio/beneficio.

In particolare, le suddette patologie risultano essere le seguenti: ______________, come da certificazione medica che si produce.

Peraltro, atteso che, come noto, i vaccini anti Covid 19 non devono essere somministrati in presenza di allergia al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti, si rende necessario verificare la sussistenza di allergia e/o tossicità da:

  • Vaccino Moderna

molecola di mRNA di sintesi, lipide SM-102, 1,2-distearoil-sn-glicero-3-fosfocolina (DSPC), 1,2- dimiristoil-rac-glicero-3-metossipolietilenglicole-2000 (PEG2000 DMG), trometamolo o trometamolo-cloridrato

  • Vaccino Comirnaty di Pfizer

molecola di mRNA di sintesi,  [(4-idrossibutil)-azanediyl]bis(esano-6,1-diyl)bis(2-esildecanoato) (ALC-0315), 2-[(polietilenglicole)-2000]-N,N-ditetradecilacetammide (ALC-0159), 1,2-distearoil-sn-glicero-3-fosfocolina (DSPC), potassio-cloruro (da solo e in associazione; che può dare tossicità, eventualmente potenziata dalla presenza di altre sostanze specifiche), fosfato-disodico diidrato.

Inoltre, dal momento che sono stati riportati episodi fatali di trombosi e trombocitopenia in soggetti anamnesticamente non predisposti, a fine preventivo si rende necessario accertare i seguenti parametri ematochimici: emocromo, PT (tempo di protrombina), PTT (tempo di tromboplastina parziale) e aPTT (tempo di tromboplastina parziale attivata), fibrinogeno, Antitrombina III, D-dimero, omocisteina, proteina C reattiva, VES, anticorpi antinucleo (ANA) reflex, proteina S libera, APCR (resistenza alla proteina C attivata) per la mutazione Fattore V di Leiden (mutazione G1691A) (trombofilia congenita), Ab anti-cardiolipina, mutazione genetica di MTHFR e in subordine omocisteina ematica, anticorpi antiperossidasi tiroidea (TPOAb), anticorpi anti-tireoglobulina (anti-TG), anticorpi antirecettore del TSH (TRAb), anticorpi anti mucosa gastrica, anticorpi anti surrene, dosaggio IgE totali, folati, vitamina D.

Ancora, al fine di verificare l’eventuale compromissione del sistema immunitario dovuta a cancro, leucemia, linfoma, HIV/AIDS, malattie spesso asintomatiche, è necessario che si proceda a screening ematologico e radiografico completo per verificare l’assenza di qualsivoglia neoplasia, test HIV/AIDS.

Infine, si specifica che i suddetti accertamenti si rendono indispensabili al fine di fornire informazioni veritiere in sede vaccinale atteso che i moduli di consenso informato di cui viene richiesta la sottoscrizione riportano domande quali “Soffre di allergie al lattice, a qualche cibo, a farmaci o ai componenti del vaccino?” e “Si trova in una condizione di compromissione del sistema immunitario?”.

Ciò detto, si evidenzia altresì come per la legittima somministrazione del Vaccino anti Covid19 si rende necessaria la prescrizione medica RRL rilasciata da medici specialisti nell’inoculazione di un prodotto in fase sperimentale e a base genica e, pertanto, si chiede sin da ora di sapere se, nell’eventualità di inoculazione del vaccino, detta prescrizione sarà rilasciata dal medico vaccinatore e, in tal caso, di essere informato in maniera dettagliata sulla natura del vaccino, sull‘efficacia dello stesso, sui rischi a breve/medio e lungo termine, sui dati allo stato mancanti per come riportato dagli stessi produttori anche in relazione ai Piani di gestione dei rischi (Risk Management Plan).

Ancora, nell’eventualità di prescrizione RRL dovrà essere espressamente indicato che la stessa avviene ai fini dell‘adempimento dell‘obbligo vaccinale ex art. 44 D.L. 2021 per la prevenzione dell’infezione con il virus SARS-CoV-2.

Alla luce di quanto sopra evidenziato e attesi dati e le informazioni contenuti nella Circolare del Ministero della Salute del 25.11.2021 nonchè nel Report dell’Istituto Superiore di Sanità che si allegano, il Medico di Medicina Generale e/o il Medico vaccinatore che dovessero rifiutarsi di prescrivere gli esami clinici urgenti e necessari per accertare la compatibilità delle specifiche condizioni di salute con la somministrazione del vaccino si esporrebbero ad una denuncia per il reato di rifiuto di atti d’ufficio ex art. 328 del Codice Penale (vd Cass., Sez. VI, Sent. n.35233/2017).

Parimenti, in caso di sottoposizione all’inoculazione il Medico vaccinatore e tutti i soggetti coinvolti, struttura compresa, si assumerebbero la responsabilità per gli eventi avversi che si dovessero manifestare in conseguenza della vaccinazione, sia in ambito civile sia in ambito penale.

Sotto il primo profilo, si rileva come il professionista può essere tenuto a risarcire i danni causati nell’esercizio della propria attività se non si comporta come uno “bravo”; infatti, mentre nell’adempimento delle obbligazioni comuni il comportamento da tenere è quello del “cittadino medio”, ovvero il bonus paterfamilias, nell’adempimento di obbligazioni professionali è prescritto un criterio più rigoroso, ossia quello del professionista “medio”, ossia il c.d. homo eiusdem generis et condicionis (Cfr. Cass., Sez. III, Sent, 24213/2015).

Sotto il profilo penalistico, va evidenziato come nel caso di specie la condotta dei sanitari non rientrerebbe nell’esimente del cd “scudo penale” di cui al DL 44 del 2021 che copre  i reati di lesione o omicidio attribuibili a titolo di colpa (non grave) mentre a venire in rilievo sarebbe una condotta posta in essere con l’elemento psicologico del dolo, quanto meno eventuale.

Infatti, il sanitario che pur a conoscenza delle specifiche condizioni di salute del paziente e dei rischi connessi alla vaccinazione di cui trattasi dovesse determinarsi per l’inoculazione agirebbe rappresentandosi l’evento avverso e accettandone la probabile verificazione.

Tanto premesso, considerato che la mancata sottoposizione all’obbligo vaccinale farà scattare le sanzioni previste dai commi 3, artt. 4 e 4 bis del DL 44/2021 come modificato dal DL 172/2021, e che questo provocherebbe grave pregiudizio all’istante, che potrebbe avere invece diritto alla certificazione all’esenzione o di differimento della vaccinazione, vista la sussistenza delle indicate condizioni cliniche,

SI CHIEDE

che il Servizio Vaccinazione presso Codesta A.S.L. provveda a rilasciare Certificazione di differimento o esonero dalla vaccinazione anti Covid 19 o, in subordine, a incaricare la Commissione Medica di supporto al servizio vaccinale della presa in carico del suo caso, così come previsto dalla Circolare del Ministero della Salute del 4 agosto 2021, n. 35309, al fine di effettuare i necessari esami clinici per una più approfondita valutazione del rapporto rischio/beneficio, ed a rilasciare nel frattempo certificazione attestante la presa in carico del caso, che consenta di evitare momentaneamente, e fino al pronunciamento della commissione medica, le conseguenze di legge della mancata sottoposizione all’obbligo vaccinale.

Si allegano certificati medici.

Luogo e Data

Il/La sottoscritto/a

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Categorie