2021.12.19 – Nuovo obbligo di vaccinazione ex DL 172/2021 – PERSONALE MILITARE – Doc 1ter richiesta attivazione dei protocolli sanitari per la somministrazione di profilassi vaccinale.

Scarica COMPETENZA TERRITORIALE DELLE COMMISSIONI MEDICHE PER ESERCITO – AEREONAUTICA – MARINA MILITARE – CARABINIERI

Egr. Comandante ____

[Indirizzo della sua sede legale]

[se ne avete una] Pec xxxxxxxxx@aaa.cc

[ovvero lettera a/r – Raccomandata1 + email]

Scegliere solo il Ministero di propria competenza tra quelli elencati sotto

(comparto Forze Armate)

Ill.mo Ministro della Difesa

Via XX Settembre 8 – 00187 Roma

[se ne avete una] Pec udc@postacert.difesa.it

[ovvero lettera a/r – Raccomandata1 + email]

 

(GdF)

Ill.mo Ministero dell’Economia

Via Venti Settembre, 97 –  00187 Roma

[se ne avete una] Pec xxxxxxxxx@aaa.cc

[ovvero lettera a/r- Raccomandata1 + email]

 

(Polizia e Vigili del Fuoco)

Ill.mo Ministero dell’Interno

p.zza del Viminale 1 – 00184 Roma

[se ne avete una] Pec gabinetto.ministro@pec.interno.it

[ovvero lettera a/r- Raccomandata1 + email]

OGGETTO: OBBLIGO VACCINALE PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DIFESA, SICUREZZA E SOCCORSO PUBBLICO AI SENSI DELL’ART. 4 TER DEL DECRETO-LEGGE 1° APRILE 2021, N.44 (INTRODOTTO DALL’ART. 2 DEL DECRETO-LEGGE 26 NOVEMBRE 2021, N. 172).

Con comunicazione protocollo n° _________________________________, datata ______________ (e notificata il _____________) al/alla Sottoscritto/a (nome) ________________ (cognome) ________________, nato/a a______________________, il _____________, (indicare grado/qualifica) _______________, in forza presso Codesto Comando__________________________, nella volontà  di considerare l’adesione alla campagna vaccinale, ai sensi dell’art. 181 (s.m.), 206-bis comma 1 e 2 del Codice dell’Ordinamento Militare, nonché art. 4 del D.lgs 30 giugno 1993, n. 266, come da Decreto del Ministero della Difesa di concerto con il Ministro della Salute del 16 maggio 2018,

PREMESSO CHE

1) risulta indispensabile verificare se dalla profilassi vaccinale si possano configurare pericoli per la salute tali da far incorrere in rischi inutili la persona sottoposta al trattamento;

2) nel caso di specie, si è di fronte ad un calendario vaccinale per profilassi obbligatoria e non ad una vaccinazione singola di talché i farmaci e i loro componenti si sommano con conseguente probabile aumento dei rischi;

3) risulta imprescindibile svolgere accertamenti pre-vaccinali volti ad escludere l’esistenza di eventuali stati di immunosoppressione o di inefficienza del sistema immunitario, malattie autoimmuni, malattie oncologiche oltre alle ipotesi di ipersensibilità ed allergie alle componenti del vaccino per come indicata dalle Case farmaceutiche;

4) la valutazione di merito delle suddette valutazioni cliniche preliminari deve essere rimessa alla Commissione medica ospedaliera competente per territorio;

5) tale competenza, unitamente alla necessità che il vaccinando appartenente al Comparto militare venga sottoposto a valutazione medica preliminare in ipotesi di profilassi vaccinale obbligatorio è stata oggetto delle Commissioni parlamentari di inchiesta del 16 Marzo 2010 e del 7 Febbraio 2018.

Tanto premesso, si

CHIEDE

l’applicazione immediata della direttiva tecnica in materia di protocolli sanitari per la somministrazione di profilassi vaccinale al personale militare, nella fattispecie anti SARS-CoV-2 (ex art. 184, comma 1 richiamante la normativa del D.Lgs 81/2008) adottata di concerto con il Ministero della Salute nel contesto del PNPV, avente ad oggetto le linee di indirizzo sulle misure di valutazione del rischio biologico SARS-Cov-2 con classificazione 3, come da Direttiva (UE) 2020/739 e le particolari condizioni operative e di servizio attinenti ai criteri di valutazione del rischio biologico SARS-Cov-2 , fin da ora la modulistica di profilassi vaccinale, l’indicazione analitica degli adempimenti relativi alle modalità di somministrazione dei vaccini (incluso l’elenco del personale coinvolto nella veste di soggetto vaccinatore per effetto di certificazione rilasciata dall’ISS a seguito della frequenza al corso organizzato a tal fine), le indicazioni ostative alla somministrazione dei vaccini in uso e autorizzati.

In particolare, atteso che, come noto, i vaccini anti Covid 19 non devono essere somministrati in presenza di allergia al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti, si ritiene necessario verificare la sussistenza di allergia e/o tossicità da:

  1. Vaccino Moderna: molecola di mRNA di sintesi, lipide SM-102, 1,2-distearoil-sn-glicero-3-fosfocolina (DSPC), 1,2- dimiristoil-rac-glicero-3-metossipolietilenglicole-2000 (PEG2000 DMG), trometamolo o trometamolo-cloridrato
  2. Vaccino Comirnaty di Pfizer: molecola di mRNA di sintesi, [(4-idrossibutil)-azanediyl]bis(esano-6,1-diyl)bis(2-esildecanoato) (ALC-0315), 2-[(polietilenglicole)-2000]-N,N-ditetradecilacetammide (ALC-0159), 1,2-distearoil-sn-glicero-3-fosfocolina (DSPC), potassio-cloruro (da solo e in associazione; che può dare tossicità, eventualmente potenziata dalla presenza di altre sostanze specifiche), fosfato-disodico diidrato

Inoltre, dal momento che sono stati riportati episodi fatali di trombosi e trombocitopenia in soggetti anamnesticamente non predisposti, a fine preventivo si ritiene necessario accertare i seguenti parametri ematochimici:

  • emocromo, PT (tempo di protrombina), PTT (tempo di tromboplastina parziale) e aPTT (tempo di tromboplastina parziale attivata), fibrinogeno, Antitrombina III, D-dimero, omocisteina, proteina C reattiva, VES, anticorpi antinucleo (ANA) reflex, proteina S libera, APCR (resistenza alla proteina C attivata) per la mutazione Fattore V di Leiden (mutazione G1691A) (trombofilia congenita), Ab anti-cardiolipina, mutazione genetica di MTHFR e in subordine omocisteina ematica, anticorpi antiperossidasi tiroidea (TPOAb), anticorpi anti-tireoglobulina (anti-TG), anticorpi antirecettore del TSH (TRAb), anticorpi anti mucosa gastrica, anticorpi anti surrene, dosaggio IgE totali, folati, vitamina D
  • Ancora, al fine di verificare l’eventuale compromissione del sistema immunitario dovuta a cancro, leucemia, linfoma, HIV/AIDS, malattie spesso asintomatiche, è necessario che si proceda a
  • screening ematologico e radiografico completo per verificare l’assenza di qualsivoglia neoplasia, test HIV/AIDS.

CHIEDE INOLTRE

data la complessità dell’argomento trattato – al fine di supportare i medici vaccinatori nella valutazione dell’idoneità alla vaccinazione – ovvero permettere la produzione della documentazione comprovante l’attestazione relativa all’omissione o al differimento o all’esenzione della vaccinazione anti SARS-Cov-2 o di escluderne la sussistenza dei presupposti – tenuto conto che Regioni e P.A. come il Ministero della Difesa, si avvalgono di Centri Vaccinali o altri centri ad hoc, tra cui le C.M.O. – tenuto conto che se il Militare da sottoporre a profilassi vaccinale rappresenta documentati motivi sanitari per non sottoporsi alla profilassi stessa, la valutazione di merito è rimessa alla commissione medica ospedaliera competente per territorio, di disporre l’invio con urgenza dell’interessato presso la C.M.O. competente per territorio.

Con perfetta osservanza.

Luogo e data

Grado/Qualifica

firma

 

 

Sostienici Avvocati Liberi – United Lawyers for Freedom con una donazione:

IBAN IT33Z0832703263000000002401

Print Friendly, PDF & Email

Categorie